Assenzio Caceci

BVU, 25′, 1992

Sceneggiatura
Marco Ursino

Fotografia
Vilim Darko Micovillovich

Suono
Ivano Tivioli

Montaggio
Enzo Morreale

Interpreti
Marco Ursino
Ivana Pontini
Victor Donghia
Goran Willy Micovillovich
Adriana Perrini
Raffaele Fiorentini

Produzione e Distribuzione
Willy Darko Producer

Soggetto
Il “re dei campanari” nel gergo malavitoso è colui che, rompendo un vetro per rubare uno stereo da un’auto, maldestramente fa suonare “la campana”, cioè l’allarme. Assenzio Caceci, oltre a essere il “Re dei campanari”, è il re degli sfigati perché per un furto di stereo, grazie alle amorevoli cure del suo avvocato, non solo si fa della galera esagerata per il reato, ma al suo ritorno a casa dopo 18 anni si trova anche un figlio di 8. Con la complicità della figlia legittima, Assenzio tramerà per punire i colpevoli.

Dichiarazione dell’autore Willy Darko